venerdì 20 giugno 2014

12 La regione atlantica

LE REGIONI CLIMATICHE IN EUROPA

LA REGIONE ATLANTICA

  
DOVE SI TROVA
Nell’Arcipelago britannico (che comprende le due grandi isole della Gran Bretagna e dell’Irlanda, più i numerosi arcipelaghi che circondano le due isole maggiori) e negli Stati bagnati dall’Oceano Atlantico (dal Portogallo, alla Spagna, alla Francia, al Belgio, ai Paesi Bassi, fino alla Norvegia).
CLIMA
TEMPERATURE: miti in inverno, fresche in estate.
PRECIPITAZIONI: frequenti in tutte le stagioni, a causa dell’aria umida che arriva dall’oceano; maggiori sulle coste, ma presenti anche nelle zone interne.
VENTI: costanti e umidi, provenienti da nord-ovest in estate e da sud-ovest in inverno.
FLORA
La flora tipica di questa regione è costituita da boschi di latifoglie (in particolare querce e faggi), che lasciano il posto alle conifere nelle zone di montagna.
Nelle isole Britanniche e lungo le coste del Mare del Nord troviamo le brughiere (dette anche lande), cioè dei terreni incolti ricoperti di cespugli e arbusti, fra i quali tipica è l’erica.
Ricorda, però, che questa regione è stata fortemente abitata dall’uomo da molti secoli, perciò la flora originaria è stata abbattuta e rimane solo in alcune zone più inospitali (dove troviamo le brughiere).
FAUNA
La scomparsa della flora originaria di questa regione ha compromesso anche la presenza della fauna. Tra i mammiferi che vivono allo stato selvatico troviamo cervi e roditori di piccole dimensioni. Più numerose sono le specie di uccelli che vivono in questa regione; per esempio alcuni rapaci (come l’aquila, il gufo e il falco) e numerosi passeriformi (il passero, il fringuello, l’usignolo), nonché uccelli marini (il gabbiano, il cormorano, la pulcinella di mare, l’uria) e altri volatili come l’oca, l’anitra, il cigno e la cicogna (che spesso nidifica sui tetti delle case; nei Paesi Bassi si crede che ciò porti fortuna agli abitanti della casa).
Vi è anche una grande varietà di pesci, tra cui il merluzzo, lo sgombro, il tonno, l’aringa e il salmone.
CARATTERISTICHE PARTICOLARI
La regione atlantica è interessata da una delle più conosciute correnti marine della Terra: la Corrente del Golfo.
Si chiama così perché ha origine nel Golfo del Messico, in America centrale, ed è una corrente calda che attraversa l’Atlantico a una velocità di 6-7 chilometri all’ora, giungendo fino alle coste portoghesi, britanniche e norvegesi; poiché la sua temperatura è di parecchi gradi superiore a quella delle acque circostanti, le regioni che ne sono bagnate ne sentono l’influsso sul clima, che è appunto più caldo di quello che troviamo in altre parti del mondo alla stessa latitudine.
POPOLAZIONE
Poiché la zona ha un clima favorevole all’agricoltura, essa è molto diffusa: in particolare si coltivano cereali (frumento, avena, segale e orzo), barbabietole da zucchero, patate, lino, mele, luppolo e foraggio. Quest’ultimo viene usato per bovini e ovini che sono allevati in gran numero.
Importante nel Mare del Nord è la presenza di giacimenti di petrolio.

LE IMMAGINI:

Tipico cielo nuvoloso in Gran Bretagna

Bosco di latifoglie in Irlanda

Costa irlandese: la presenza di forti venti impedisce la crescita di alberi ad alto fusto

Costa in Galizia (nord-ovest della Spagna): pur essendo a una latitudine più bassa, 
non è molto diversa da quella irlandese dell’immagine precedente

Brughiera in fiore in Cornovaglia

La vegetazione di un fiordo norvegese risente fortemente della Corrente del Golfo 
(nota la presenza di conifere sulle pendici dei rilievi)

Pulcinella di mare in Scozia

Nessun commento:

Posta un commento